Archivi tag: Primo piano

wunder_lomu

GREST 2019

wunder_aslaTra i meravigliosi fiordi della penisola scandinava si erge imponente il Villaggio di Wunder, la più bella tra le città del Nord! Ma qualcosa di spaventoso e inaspettato si abbatte sul Villaggio. Ha inizio qui lìavventura del nostro Grest. Se vuoi saperne di più, partecipa con noi alle giornate di gioco, allegria, divertimento, alla scoperta di cose nuove e di nuove relazioni. Nel volantino allegato trovi tutte le indicazioni necessarie per iscriverti! A presto :-)

 

 

Unknown

La preghiera del Rosario

Bassoriliveo chiesa Parrocchiale

Maria consegna il Rosario a San Domenico, Chiesa di Bosco Chiesanuova, Altare della Madonna del Rosario

Le notizie storiche sulla nascita e sull’evoluzione della preghiera del Rosario sono innumerevoli ed emergono nelle vicende della Chiesa a volte in maniera precisa e luminosa, altre volte come cenno legato alla devozione di qualche santo. Non è semplice ricostruirne un percorso coerente e certo. Proviamo comunque a raggranellare qualche notizia per avere un’idea di quanto sia antica e radicata nella spiritualità cristiana questa devozione.

Già nel 1100 i filosofi di Chartres parlano di una devozione mariana simile al Rosario, ma ancora essa non ha questo nome.

In modo più specifico però, la nascita del rosario deve essere messa in relazione ad un’esperienza mistica di San Domenico di Guzmán. Racconta Alano della Rupe, Domenicano bretone, che il suo santo padre fondatore ebbe nel 1212 una visione. Mentre pregava, chiedendo la forza e la sapienza necessarie per combattere l’eresia albigese, Domenico ebbe una visione. La Madre di Dio gli apparve e in risposta alla sua richiesta gli consegnò il Rosario. Da allora questo fatto è stato spesso raffigurato nei capitelli e negli altari dedicati alla Vergine, per suggerire al popolo di Dio questa preghiera. Anche nella nostra chiesa parrocchiale, l’altare dedicato alla Madonna del Rosario ricorda questo fatto con un bassorilievo.

Da questo momento in poi le testimonianze si moltiplicano. La vita di San Domenico stesso è caratterizzata da fatti legati alla preghiera del rosario, ma la devozione si diffonde presto anche tra i fedeli.

Pochi anni dopo l’esperienza mistica del santo, nelle “Cantigas de Santa Maria”, il re di Castiglia e Leon, Alfonso X detto il saggio, loderà la Vergine Santa chiamandola «Rosa delle rose, fiore dei fiori, donna fra le donne, unica signora, luce dei santi, dei cieli via (…)».

Un balzo nel tempo e troviamo san Filippo Neri, che nel suo oratorio a Roma insegnava ai suoi giovani a circondare di fiori l’immagine della Madre e a cantare le sue lodi,

Un altro balzo in avanti e siamo nel 1677, quando il noviziato di Fiesole, fondò una sorta di confraternita denominata “Comunella”. Riferisce la cronaca dell’archivio di San Domenico che «essendo giunte le feste di maggio e sentendo noi il giorno avanti molti secolari che incominiciava a cantar maggio e fare festa alle creature da loro amate, stabilimmo di volerlo cantare anche noi alla Santissima Vergine Maria….».

Il legame tra il mese di Maggio e la devozione mariana viene però da un Gesuita, Padre Annibale Dionisi, nato a Verona nel 1679 e morto nel 1754. Uomo di povertà, di pietà e di pazienza, egli pubblicò a Parma uno scritto dal titolo: “Il mese di Maria o sia il mese di maggio consacrato a Maria con l’esercizio di vari fiori di virtù proposti a’ veri devoti di lei”. Nel testo vi è anche una novità. Egli infatti invitava a praticare la devozione mariana nei luoghi quotidiani, nell’ordinario, non necessariamente in chiesa “per santificare quel luogo e regolare le nostre azioni come fatte sotto gli occhi purissimi della Santissima Vergine”.

Poco meno di cento anni dopo, a raccontare con tratti di profonda spiritualità, e a raccomandare con grande calore la devozione alla Vergine Maria, sarà San Luigi Maria Grignion de Montfort. Il suo “Trattato della vera devozione alla Santa Vergine” è un vero e proprio trattato su Maria, sul suo posto nella storia della salvezza, sull’importanza e la forma autentica della preghiera a lei, in particolare con lo strumento del rosario.

Molti santi poi sono stati promotori di questa devozione, come non ricordare ad esempio San Giovanni Bosco con la sua raccomandazione di pregare il rosario, e con l’esortazione ai ragazzi a pregare almeno tre Ave Maria ogni sera prima di dormire.

Nella storia recente sono i Papi ad aver dato costante impulso alla devozione del rosario e al mese di Maggio con il magistero e con il loro esempio concreto.

Il Santo papa Paolo VI, conosciuto per la più famosa esortazione apostolica “Marialis cultus”, vero gioiello della devozione a Maria, è autore di altri due scritti preziosi. L’enciclica “Mense maio” dove invita a pregare la Madonna per il felice esito del Concilio e per la pace nel mondo, e dove indica maggio come «il mese in cui, nei templi e fra le pareti domestiche, più fervido e più affettuoso dal cuore dei cristiani sale a Maria l’omaggio della loro preghiera e della loro venerazione.

L’enciclica “Christi Matri”, nella quale rinnova l’invito accorato a pregare Maria perché ottenga al mondo il dono della pace.

San Giovanni Paolo II caratterizzerà l’intero suo ministero episcopale e petrino con la devozione a Maria, sintetizzata nel suo motto, preso dal trattato Montfort “Totus tuus”, tutto tuo! Egli torna moltissime volte sul tema della devozione Mariana, nelle catechesi e negli scritti. Ne ricordiamo due in particolare: l’enciclica “Redemptoris Mater” sulla Beata Vergine Maria nella vita della Chiesa in cammino, e la lettera apostolica “Rosarium virginis Mariae” sul santo rosario, nella quale tra l’altro egli aggiunge ai misteri tradizionali un nuovo ciclo di meditazioni sulla vita pubblica di Gesù.

Anche Papa Benedetto XVI e Papa Francesco hanno più volte raccomandato con le parole e con l’esempio la devozione a Maria e la preghiera del Rosario.

IMG_8629

Orari delle celebrazioni

Estate 2019

Confessioni: A Bosco durante l’adorazioneEucaristica del Giovedì, dopola messa ferialedelle 8.30primadi quella delle 18.30sarà possibile celebrare il Sacramento della riconciliazione. Talvolta sarà presente un confessore anche durante la celebrazione delle messe festive.

NB Il programma non contiene eventuali celebrazioni particolari e ovviamente non può contemplare variazioni dovute ad imprevisti.Unknown-1

 

Sab 13 luglio - Sant’Enrico

messa festiva

Bosco 17 Santa Margherita 18.30 parrocchia Valdiporro 20.00

 

Dom 14 luglio - XV Domenica del tempo ordinario

Bosco messe festive: 8.30, 10.00, 11.00, 18.30

Valdiporro messa festiva: 9.45

 

Lun 15 luglio  - San Bonaventura

Bosco messe feriali 8.30 e 18.30

 

Mar 16 luglio - Beata Vergine Maria del Carmelo

Bosco messe feriali 8.30 e 18.30

 

Mer 17 luglio - Sant’Alessio

Bosco messe feriali 8.30 e 18.30

Valdiporro messa feriale 9.00

 

Gio 18 luglio - Sant’Emiliano

Bosco messe feriali: Parrocchia 8.30;

Santa Margherita 17.00

Adorazione Eucaristica dalle 16 alle 22

 

Ven 19 luglio - Santa Macrina

Bosco messe feriali 8.30 e 18.30

 

Sab 20 luglio - Sant’Apollinare

messa festiva

Bosco 17 Santa Margherita 18.30 parrocchia

Valdiporro 20.00

 

Dom 21 luglio - XVI Domenica del tempo ordinario

Bosco messe festive: 8.30, 10.00, 11.00, 18.30

Valdiporro messa festiva: 9.45

 

Lun 22 luglio - Santa Maria Maddalena

Bosco messe feriali 8.30 e 18.30

 

Mar 23 luglio - Santa Brigida

Bosco messe feriali 8.30 e 18.30

 

Mer 24 luglio - San Charbel Makhluf

Bosco messe feriali 8.30 e 18.30

Valdiporro  messa feriale 9.00

 

Gio 25 luglio - San Giacomo Apostolo

Bosco messe feriali: Parrocchia 8.30;

Santa Margherita 17.00

Adorazione Eucaristica dalle 16 alle 22

 

Ven 26 luglio - Santi Gioacchino e Anna

Bosco messe feriali 8.30 e 18.30

Messe a Merli – Chiesetta di S.Anna ore 10.30 e 21.00

 

Sab 27 luglio - Beati Evangelista e Pellegrino

messa festiva

Bosco 17 Santa Margherita 18.30 parrocchia

Valdiporro 20.00

 

Dom 28 luglio - XVII Domenica del tempo ordinario

Bosco messe festive: 8.30, 10.00, 11.00, 18.30

Valdiporro messa festiva: 9.45

 

Lun 29 luglio - Santa Marta

Bosco messe feriali 8.30 e 18.30

 

Mar 30 luglio - San Pietro Crisologo

Bosco messe feriali 8.30 e 18.30

 

Mer 31 luglio - Sant’Ignazio di Loyola

Bosco messe feriali 8.30 e 18.30

Valdiporro  messa feriale 9.00

 

Gio 01 agosto - Sant’Alfonso Maria de Liguori

Bosco messe feriali: Parrocchia 8.30;

Santa Margherita 17.00

Adorazione Eucaristica dalle 16 alle 22

 

Ven 02 agosto - Sant’Eusebio di Vercelli

Bosco messe feriali 8.30 e 18.30

 

Sab 03 agosto - Santa Maria Consolatrice

messa festiva

Bosco 17 Santa Margherita 18.30 parrocchia

Valdiporro 20.00

 

Dom 04 agosto - XVIII Domenica del t. ordinario

Bosco messe festive:

8.30, 10.00, 11.00, 18.30

Valdiporro messa festiva: 9.45

 

Lum 05 agosto - Dedicazione della Basilica di Santa Maria Maggiore

Bosco messe feriali 8.30 e 18.30

 

Mar 06 agosto – Trasfigurazione del Signore

Bosco messe feriali 8.30 e 18.30

 

Mer 07 agosto - San Gaetano da Thiene

Bosco messe feriali 8.30 e 18.30

Valdiporro messa ore 9.00

 

Gio 08 agosto - San Domenico

Bosco messe feriali: Parrocchia 8.30; Santa Margherita 17.00

Adorazione Eucaristica dalle 16 alle 22

 

Ven 09 agosto - Santa Teresa Benedetta della Croce

Bosco messe feriali 8.30 e 18.30

 

Sab 10 agosto - San Lorenzo

messa festiva

Bosco 17 Santa Margherita 18.30 parrocchia

Valdiporro 20.00

 

Dom 11 agosto - XIX Domenica del tempo ordinario

Bosco messe festive: 8.30, 10.00, 11.00, 18.30

Valdiporro messa festiva: 9.45

 

Lun 12 agosto - Santa G. Francesca de Chantal

Bosco messe feriali 8.30 e 18.30

 

Mar 13 agosto - Santi Ponziano e Ippolito

Bosco messe feriali 8.30 e 18.30

 

Mer 14 agosto - San Massimiliano Maria Kolbe

Vigilia  - messa festiva

Bosco: 17 Santa Margherita 18.30 parrocchia

Valdiporro 20.00

 

Gio 15 agosto - Solennità di Maria Assunta in Cielo

Bosco messe festive: 8.30, 10.00, 11.00, 18.30

Valdiporro – messa festiva: 9.45;

Valdiporro – Solenne processione ore 20.45

 

Ven 16 agosto - San Rocco

Bosco messe feriali 10.30 in contrada Biancari, 18.30 in parrocchia

 

Sab 17 agosto - Sant’Elena

messa festiva

Bosco 17 Santa Margherita 18.30 parrocchia

Valdiporro 20.00

 

Dom 18 agosto - XX Domenica del tempo ordinario

Bosco messe festive: 8.30, 10.00, 11.00, 18.30

Valdiporro messa festiva: 9.45

 

Lun 19 agosto - San Giovanni Eudes

Bosco messe feriali 8.30 e 18.30

 

Mar 20 agosto - San Bernardo

Bosco messe feriali 8.30 e 18.30

 

Mer 21 agosto - San Pio X

Bosco messe feriali 8.30 e 18.30

Valdiporro messa ore 9.00

 

Gio 22 agosto - Beata Vergine Maria Regina

Bosco messe feriali: Parrocchia 8.30; Santa Margherita 17.00

Adorazione Eucaristica dalle 16 alle 22

 

Ven 23 agosto - Santa Rosa da Lima

Bosco messe feriali 8.30 e 18.30

 

Sab 24 agosto - San Bartolomeo Apostolo

messa festiva

Bosco 17 Santa Margherita 18.30 parrocchia

Valdiporro 20.00

 

Dom 25 agosto - XXI Domenica del tempo ordinario

Bosco messe festive: 8.30, 10.00, 11.00, 18.30

Valdiporro messa festiva: 9.45

 

Lun 26 agosto - San Melchisedek

Bosco messe feriali 8.30 e 18.30

 

Mar 27 agosto - Santa Monica

Bosco messe feriali 8.30 e 18.30

 

Mer 28 agosto - Sant’Agostino

Bosco messe feriali 8.30 e 18.30

Valdiporro messa ore 9.00

 

Gio 29 agosto - Martirio di San Giovanni Battista

Bosco messe feriali: Parrocchia 8.30;

Santa Margherita 17.00

Adorazione Eucaristica dalle 16 alle 22

 

Ven 30 agosto - Santa Margherita Ward

Bosco messe feriali 8.30 e 18.30

 

Sab 31 agosto - San Raimondo

messa festiva

Bosco 17 Santa Margherita 18.30 parrocchia

Valdiporro 20.00

 

Dom 01 settembre XXII Domenica del tempo ordinario

Bosco messe festive: 8.30, 10.00, 11.00, 18.30

Valdiporro messa festiva: 9.45

Locandina_Bosco per sito

L’uomo della sindone

Dal 12 luglio al 31 ottobre, nella nostra chiesa parrocchiale sarà possibile lasciarsi guidare da un percorso fatto di testi ed immagini che conduce alla scoperta della Sindone, e che aiuta a riflettere su alcuni brani del vangelo e sui luoghi della passione. Una riproduzione in grande formato del sacro lino sarà occasione di memoria degli eventi della passione, di contemplazione dell’evento della croce, di ringraziamento e di preghiera a Cristo, che ha dato se stesso per noi.

il percorso sarà liberamente visitabile durante gli orari dell’apertura della chiesa: dal 12 luglio al 30 agosto dalle 7.30 alle 22.30; dal 1 settembre al 31 ottobre dalle 7.30 alle 19.30.

Locandina_Bosco per sito

papa-francesco

CAMPO ESTIVO 2014 ROMA

Viene qui proposto il programma dell’esperienza degli adolescenti nati nel ’97 ’98 ’99  che si svolgerà a Roma dal 9 al 13 giugno.

I nostri adolescenti verranno accompagnati dagli animatori e dal parroco.

La partenza sarà il 9 giugno alle 8:00 dal monumento dei caduti in bus. Il viaggio del lunedì prevede una sosta nella città di Firenze. Il viaggio poi proseguirà fino a Roma, dove ci si sistemerà per la notte. Il pranzo sarà al sacco, e anche per alcune cene ci sarà il bisogno di essere autonomi. Gli adolescenti verranno ospitati in una casa in centro a due passi dal Vaticano.

Il programma della settimana:

+ Martedì: visita della città.

+ Mercoledì: udienza con Papa Francesco e visita della basilica vaticana.

+ Giovedì: visita a Cinecittà e pomeriggio libero.

+ Venerdì: partenza e rientro a Bosco.

 

Speriamo che questa esperienza nella città centro del cristianesimo sia per tutti una grande soddisfazione. Di certo ci sarà molto da fare ma non ci sarà tempo per annoiarsi. Il repertorio di immagini è indicativo di ciò che verrà visitato, ma da l’idea della vastità di luoghi di interesse importanti da vedere nella Capitale.

Per qualsiasi dubbio o perplessità ci si può rivolgere al Parroco o agli animatori.

“L’unica cosa necessaria sarà la voglia di esserci”

La Redazione.